COSA SIGNIFICA VINO TANNICO? PARLIAMONE

COSA SIGNIFICA VINO TANNICO? PARLIAMONE

Sentiamo spesso dire che il vino è tannico ma cosa significa? Generalmente di tannicità si parla degustando vini rossi, vediamo come riconoscerla e facciamo un po' di chiarezza.

Cerchiamo innanzitutto di capire cos’è la sensazione di tannicità in bocca. E’ una sensazione di secchezza della bocca, una perdita di lubrificazione del cavo orale, quindi di palato asciutto.  Cosa si intende per vino tannico? Si intende un vino ricco di tannini, sostanze presenti nella buccia e nei vinaccioli dell’uva (tannini endogeni) che conferiscono un gusto astringente, allappante. I tannini vengono anche ceduti dal legno delle botti dove il vino eventualmente affina (tannini gallici). Immaginate di mangiare un cachi non maturo per avere chiara la sensazione di astringenza che regalano queste sostanze. La tannicità, come avrete capito, è una componente dura al sapore, è dunque bene che nel bicchiere non sia predominante, ma giustamente equilibrata perché non si perda la piacevolezza di beva. Siete d'accordo con noi?
Curiosità: in Italia il vino ritenuto più tannico si trova in Umbria ed è il Sagrantino di Montefalco!

ENTRA NELLO SHOP e REGISTRATI Ricevi subito un buono sconto del 10% sul tuoi primo ordine


PRODOTTI CORRELATI