ESTATE, NON TI TEMO! ECCO COME SERVIRE IL VINO ALLA TEMPERATURA GIUSTA. | Italian Wine Lovers
Italian Wine Lovers

ESTATE, NON TI TEMO! ECCO COME SERVIRE IL VINO ALLA TEMPERATURA GIUSTA.

ESTATE, NON TI TEMO! ECCO COME SERVIRE IL VINO ALLA TEMPERATURA GIUSTA.

Related Products

Estate, non ti temo! Lo dico a nome di tutti i winelovers che con la canicola della stagione combattono ogni giorno per versare nel calice il vino alla temperatura giusta.

Se vi state chiedendo perché sia così importante tutta questa attenzione vi diamo subito la risposta: non si tratta di ossessioni maniacali senza senso ma di uno degli accorgimenti più importanti per chi vuole godersi il proprio bicchiere di vino come Dio comanda.

Sfatiamo subito un grande mito: “il vino rosso va servito a temperatura ambiente”, non ci cascate, amici.
Potete stappare una bottiglia a Ragusa in agosto a 40°C e ad Astana, capitale del freddo a -40°C … già non regge la storiella della temperatura ambiente, no?
Nel mondo del vino si intende temperatura ambiente quella di conservazione della cantina, circa 15 gradi, quindi va trovata una buona soluzione per non farsi trovare impreparati e degustare al meglio.

Facile trovare le tabelle con le temperature di servizio del vino ma meno facile organizzarsi per metterle in pratica. Questa è la teoria:

- Spumanti secchi : 4-6°C
- Spumanti dolci e Vini frizzanti : 6-8°C
- Vini Bianchi e Vini Rosati giovani : 8-10°C
- Vini Bianchi strutturati ed evoluti, Vini Passiti e Liquorosi Bianchi : 10-12°C
- Vini Rosati strutturati, Vini Rossi delicati e poco tannici : 12-14°C
- Vini Rossi di media struttura, Vini Passiti e Liquorosi Rossi : 14-16°C
- Vini Rossi evoluti, di grande struttura: 16-18°C

Ora spazio alla pratica:
La temperatura non idonea, troppo calda o troppo fredda, toglie al vino ogni possibilità di regalarci qualche emozione. Alta temperatura, per esempio per un vino rosso significa spiccata percezione dell’alcol al naso e appiattimento della componente aromatica del vino, insomma addio profumi e pure addio tannini. La sensazione di astringenza infatti, data appunto dai tannini, si accentua abbassando la temperatura e si disperde quindi a temperature di servizio troppo alte.
E’ bene dotarsi di un termometro da vino, uno strumento che un winelover sicuramente troverà prezioso per “i primi esperimenti” poi vi assicuro che il palato e l’allenamento vi basteranno.
Sarà vostro dovere quindi, viste le temperature estive, raffreddare anche i vini rossi…sembra strano eppure s’ha da fa’. Come? Per avere 18°C nel bicchiere riponetelo in un secchiello col ghiaccio e acqua per 20/25 minuti o tenetelo in frigo per un’oretta.
Il frigorifero di casa è generalmente regolato a 6-7° C per cui un vino bianco giovane prelevato dal frigo può essere servito dopo qualche minuto di ambientazione per raggiungere la temperatura ideale, mentre per servire un vino rosato occorre attendere circa mezz’ora per gustarlo al meglio.
Vi sveliamo un altro trucchetto: Se ad acqua e ghiaccio aggiungete del Sale grosso abbasserete la temperatura di fusione dei cubetti di ghiaccio velocizzando la refrigerazione.
Poco diffusa ma molto efficace in estate è la glacette, un involucro di materiale plastico che si congela nel freezer. All’occorrenza viene infilato sulla bottiglia per mantenerla fredda.
Altra cosa importante da sapere per il winelover: versandolo nel calice, la temperatura del vino aumenta già da 1 a 3°C, per questo motivo, quando dovete portare un vino alla sua temperatura di servizio, cercate di servirlo a circa due gradi in meno rispetto a quelli canonici.
Se vi è piacito questo articolo potrebbero interessarti anche le nostre settimanali enopillole! Stay tuned :-)

ENTRA NELLO SHOP e REGISTRATI Ricevi subito un buono sconto del 10%

Related News

Card image cap
SCOPRI QUALE VINO ABBINARE ALLE CASTAGNE

Castagne e vino, un binomio sinonimo di autunno, non trovate? Le caldarroste sono l’offerta più diffusa nelle piazze d’Italia nei w...

Read more...
Card image cap
SCOPRI PERCHE SCONTRIAMO I CALICI BRINDANDO

Lo sapete per quale motivo si brinda scontrando i bicchieri? Il brindisi è prima di tutto una gioia conviviale, uno dei pochi ma frequenti riti...

Read more...
Card image cap
CONSERVARE IL VINO IN CASA: ECCO COSA DEVI SAPERE

Qual è il modo più corretto di conservare le bottiglie di vino a casa? Forse non tutti i winelovers sanno come custodirle al meglio ecco...

Read more...
Card image cap
VINO BIOLOGICO E BIODINAMICO A CONFRONTO

Nel mondo del vino vi sarete imbattuti senz’altro nelle ormai comuni diciture “Biologico” e “Biodinamico” ma avete ben c...

Read more...