PROSECCO ROSE'? SOLO SE SEI JOE BASTIANICH | Italian Wine Lovers
Italian Wine Lovers

PROSECCO ROSE'? SOLO SE SEI JOE BASTIANICH

PROSECCO ROSE'? SOLO SE SEI JOE BASTIANICH

Prodotti Correlati

Se pensavate di esservi imbattuti in una chicca enologica. Mi spiace deludervi. Il Prosecco rosè non esiste.

Rivediamo la questione e ridiamoci sopra. Riportiamo la curiosa notizia esposta da www.vinialsupermercato.it in merito al dubbio Prosecco rosè.

Se il ristorante Ricci Di Milano di Joe Bastianich e Belen inserisce nella propria Carta vini il Prosecco Rosè, per la modica cifra di 34 euro, vorrai mica dirmi che è una bufala? Ebbene sì, aprite bene le orecchie, il Prosecco Rosè non si può proprio sentire.
Vi riporto a onor del vero proprio le righe tratte dal disciplinare della bollicina italiana più venduta: il Prosecco, appunto.
"Il (.) Prosecco deve essere ottenuto da uve provenienti da vigneti costituiti dal vitigno Glera. (.) Possono concorrere da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 15%, i seguenti vitigni: Verdiso, Bianchetta trevigiana, Perera, Glera lunga, Chardonnay, Pinot bianco, Pinot grigio e Pinot nero (vinificato in bianco)."
Ergo il Prosecco Rosè è fuori dai giochi.
Ci piace sorridere del fatto che anche Joe Bastianich (produttore di vino oltre che personaggio televisivo) sia scivolato sulla buccia di banana. Sempre che non fosse una premeditata trovata di marketing: Accostare il "rosè" al forte nome del Prosecco in effetti poteva fare breccia nel cuore di molti winelover.
Ma non finisce qui. Il famigerato Prosecco Rosè finisce pure sul sito californiano The Wine Connection sotto l'appellativo di "Rare and Premium wines" (così "rare" da non esistere).
Ricapitolando la questione: esistono ottimi vini spumanti e frizzanti rosati a base di glera in uvaggio con vitigni a bacca nera come il merlot o il pinot nero. Vengono vinificati in rosa grazie a veloci macerazioni sulle bucce che regalano delicate tonalità di colore e il buoquet si fa più complesso. Il vitigno a bacca nera cede inoltre anche una tenue sensazione tannica al palato.
Quindi si tratta di vini molto piacevoli, equilibrati e di facile beva che trovo adatti proprio alla stagione estiva in abbinamento anche a piatti di carne bianca.
Resta il fatto che dobbiamo chiamarli con il giusto nome: Spumanti rosè o rosati. E Prosecco non è sinonimo di Spumante. Lasciate che "Prosecco rosè" lo dica Belen... a lei è perdonato tutto, pare.
Vi salutiamo, lasciandovi con una selezione dei nostri Spumanti Rosè, godetevene la bevuta e ricordate di chiamarli con il loro nome!!


Cin Cin

Articoli Correlati

Card image cap
STAPPARE COL BOTTO? PARLIAMONE!

A meno che non siate campioni di Formula 1 sul podio, o al cenone di Capodanno pronti al countdown, la bottiglia di spumante va stappata con criterio...

Leggi tutto...
Card image cap
FRANCIACORTA e PROSECCO A CONFRONTO. PARLIAMONE!

Ecco perchè il Franciacorta si distingue dal Prosecco. Famosi e apprezzati in tutto il mondo, i vini Franciacorta rimangono i compagni ideal...

Leggi tutto...
Card image cap
CLASSICO SUPERIORE O RISERVA CHE NE SAI?

Un passo alla volta ci addentriamo nel vocabolario del vino italiano che, ammettiamolo, è un bel ginepraio. Avere ben chiari tutti i dettagl...

Leggi tutto...
Card image cap
VINO BIOLOGICO E BIODINAMICO A CONFRONTO

Nel mondo del vino vi sarete imbattuti senz’altro nelle ormai comuni diciture “Biologico” e “Biodinamico” ma avete ben c...

Leggi tutto...