LE CALORIE DEL VINO. ECCO COSA DEVI SAPERE | Italian Wine Lovers
Italian Wine Lovers

LE CALORIE DEL VINO. ECCO COSA DEVI SAPERE

LE CALORIE DEL VINO. ECCO COSA DEVI SAPERE

Alzi la mano chi non ha mai fatto un pensiero sulle calorie che apporta un bicchiere di vino.

Tanto è ricorrente, soprattutto durante le feste, parlare di “attenzione alla linea”, “dieta detox post abbuffate”, “l’app conta-panettoni”, “cross fit brucia girovita” che non potevamo non torturarvi con le calorie del vino

Intanto vi diamo una buona notizia: un buon bicchiere di vino, è sicuramente una piacevole abitudine quotidiana, indicata anche dai medici come ottima per il sistema cardio circolatorio e per l’apporto di antiossidanti contenuti nel resveratrolo di cui il vino rosso è ricco.

Resta il fatto che anche per il vino, come per un piatto di pasta, il conteggio calorico vi aspetta al varco…sempre che siate in guerra con la bilancia.
Bene, la regola da tenere presente è: più alcol, più calorie.
A livello nutrizionale su ogni grammo di alcol risultano presenti 7 calorie, un po’ più del piatto di pasta appena nominato e dunque quanto inciderà il nostro bicchiere di vino sulla nostra tabella?

Un bicchiere di vino è normalmente 150 ml (siamo sui 140 grammi) e la quantità di alcol varia perlopiù da 11% a 14%.  Senza entrare nei tecnicismi e nel calcolo matematico maniacale (quantità di alcool x peso specifico dell'alcol x valore energetico dell’alcol) tenete a portata questi dati e… fate vobis:


1 bicchiere di vino rosso (150 ml) → da 80 a 120 calorie, a seconda della gradazione (10-14°);

1 bicchiere di vino bianco (150 ml) → da 80 a 110 calorie, a seconda della gradazione (10-12°);

1 bicchiere di  vino spumante (150 ml) → da 120 a 150 calorie, a seconda della gradazione (10-12°) e del residuo zuccherino.

Ma le buone notizie non finiscono qua: sia all’aperitivo che a tavola bere un bicchiere di vino comporta una minore assunzione di calorie rispetto al consumo di altre bevande. Il contenuto energetico è molto inferiore per esempio a quello di un qualsiasi superalcolico che potreste ordinare per aperitivo ma è anche inferiore a quello di una lattina di una qualsiasi bibita gassata dolcificata (come la Coca Cola), di una birra, di un the freddo o di un succo di frutta industriale.

E quindi non vorrete davvero scegliere il vino da portare a tavola in funzione di un eventuale risparmio di poche decine di calorie? Concedetevi il lusso di assaporare con serenità il vostro vino preferito, quello più adatto ai vostri piatti, alla situazione o magari solo al vostro umore.

Tiriamo dunque le somme. Qual è il nostro consiglio? Lasciatevi saziare di soddisfazione!

Cin cin!

ENTRA NELLO SHOP e REGISTRATI Ricevi subito un buono sconto del 10% sul tuo primo ordine

ARTICOLI CORRELATI

Card image cap
PROSECCO BRUT, EXTRA DRY, DRY. FACCIAMO CHIAREZZA

Facciamo chiarezza nel mondo delle bollicine! Oggi vi daremo qualche utile consiglio per imparare a distinguere un Prosecco da un altro. Che i Pros...

Leggi tutto...
Card image cap
DIAMOCI UN TAGLIO BORDOLESE

Bere responsabilmente sì, ma direi anche che bere informati ha le sue buone ragioni. E dunque oggi vediamo cosa vuol dire un termine che si...

Leggi tutto...
Card image cap
IL GIUSTO ABBINAMENTO CON I PIATTI DELL'ESTATE

Oggi parliamo di abbinamento con i piatti estivi per eccellenza. Insalata di riso, prosciutto e melone, vitello tonnato, roastbeef all’ingles...

Leggi tutto...
Card image cap
ABBINARE IL VINO ALLA PASTA. CONSIGLI UTILI

La pasta, regina della tavola italiana, è il simbolo indiscusso del Belpaese. Ogni angolo d’Italia si identifica in un piatto di pasta ch...

Leggi tutto...