Italian Wine Lovers

8 TRUCCHI PER REGALARE IL VINO GIUSTO

8 TRUCCHI PER REGALARE IL VINO GIUSTO

Una bottiglia di vino è un regalo sempre gradito, attenzione però a non ricadere nel banale. Perchè il vino sia un presente originale va scelto rivolgendo il pensiero alla persona che lo riceverà. Ecco le 8 regole per non sbagliare.

  1. Partiamo dal destinatario. Il punto di partenza quando si sceglie qualsiasi regalo è chi lo riceverà. Sappiate che il vino è un dono apprezzato generalmente da persone al di sopra dei 24 anni quindi occhio all’età del destinatario. E’ necessario poi avere abbastanza chiari personalità e gusti di chi riceverà la nostra bottiglia e le occasioni in cui è più probabile che la stappi.
  2. Donne e uomini, come cambiano i loro gusti? Pare che i vini rossi invecchiati siano apprezzati sia dagli uomini sia dal gentil sesso, mentre nelle seconde scelte la ben nota divisione di genere tra bollicine per una donna, vino rosso fermo per un uomo è confermata.
  3. Quanto è esperto il destinatario? La frequenza di consumo e la conoscenza che il destinatario ha del vino sono elementi che influenzano le preferenze senz'altro più del genere. Sapete perché?
    Palati poco “allenati” tendono ad apprezzare prodotti più dolci e profumati, mentre i più esperti possono essere sedotti anche da vini “più tesi e austeri”, cioè più secchi e con sentori apparentemente più complicati da apprezzare (un esempio sono i sauvignon del Collio con chiaro sentore di “pipì di gatto”, tanto amati dai winelovers più esperti!!)
  4. A ogni relazione il suo regalo. Il destinatario è un vostro superiore? Regalate un vino emblema di una zona vocata d’Italia: un Brunello, un Amarone, un Franciacorta per esempio. La provenienza da una zona DOCG o DOC rinomata trasmette un atteggiamento più formale e di riguardo nei confronti del destinatario.
    Un cliente? Scegliete un vino rappresentativo della vostra terra: pescate un vino DOCG della vostra regione. Vostro zio? Ama la pesca? Scegliete un buon vino bianco friulano da abbinare ad una portata di pesce!
    La vostra migliore amica? Regalatele l’ultimo vino che avete assaggiato e vi ha stupito per i buon rapporto qualità prezzo: volete condividere con lei i buoni acquisti, bere bene spendendo il giusto, magari il prodotto di una piccola cantina realizzato con un metodo particolare, adatto a situazioni così informali.
  5. Il prezzo della bottiglia è, assieme all’etichetta e agli altri elementi del “vestito”, un'indicazione di massima del tipo di prodotto che abbiamo di fronte. La fama del territorio e della DOC contribuiscono al livello medio dei prezzi. Questo significa che bere bene a prezzi ragionevoli si può, magari andando a cercare le “chicche” di zone meno note o di piccole cantine. Se il prezzo non sempre garantisce la qualità del contenuto della bottiglia è anche vero che un prezzo troppo basso è un indice quasi certo di qualità mediocre.
  6. La qualità. Quello che vi consigliamo sempre è di approfittare delle occasioni che permettono di assaggiare prima di acquistare. L’Italia è un paese ricco di eventi di enogastronomia tutto l’anno. Approfittatene!
  7. Magnum o bottiglia? Nella scelta del formato, entrano in gioco due considerazioni: da un lato il formato magnum, ossia la bottiglia da 1,5 litri, garantisce un migliore affinamento e una migliore qualità e conservazione del vino, dall’altro la giusta occasione per stapparla: Siete più di 6? La Magnum fa al caso vostro altrimenti aprite la bottiglia da 0,75L.
  8. Il pensiero è quello che conta
    Insomma, il pensiero di fondo è quello che conta: ogni bottiglia di vino data in regalo ha un diverso significato: “bevici su” oppure “ti amo” oppure “dobbiamo brindare, finalmente ci rivediamo” o anche “assaggia e cambierai idea su questa tipologia”.


Insomma dare valore al vino caricandolo di un messaggio vi permetterà di non imbattervi mai in un regalo impersonale e generico! Quindi raccontate il vino al vostro destinatario, mai più banalità. Ora tocca a voi.
Buona scelta!


LE ENOPILLOLE - leggi anche...   

  7 Regole per  ABBINARE il VINO alla CARNE

 

Cosa significa VINO TANNICO? Parliamone..


 

 


 

ARTICOLI CORRELATI

Card image cap
VI PRESENTO GIANNI TESSARI MR TRE BICCHIERI

>>Scopri tutti i VINI di GIANNI TESSARI Lo hanno definito “Mr Tre Bicchieri”, l’enologo veronese che ha fatto incetta nel s...

Leggi tutto...
Card image cap
CONOSCIAMO IL SAUVIGNON

>>Scopri tutti i Sauvignon Oggi parliamo di Sauvignon blanc, meglio conosciuto semplicemente come Sauvignon, uno tra i vitigni a bacca bianca...

Leggi tutto...
Card image cap
SE IL TAPPO SA DI TAPPO

>>Scopri tutti i Vini della nostra Enoteca Se il tappo sa di tappo il vino sa di tappo, se il tappo sa di vino il vino sa di vino. Cari wi...

Leggi tutto...
Card image cap
LE CALORIE DEL VINO. ECCO COSA DEVI SAPERE

Alzi la mano chi non ha mai fatto un pensiero sulle calorie che apporta un bicchiere di vino. Tanto è ricorrente, soprattutto durante le fes...

Leggi tutto...